Correggere i problemi di comportamento nel tuo Carlino può essere una sfida

Correggere i problemi di comportamento nel tuo Carlino può essere una sfida

Mentre molti proprietari di Pug hanno imparato i comandi di addestramento di base e hanno fatto sì che il loro animale domestico “sedesse” e “rimanesse” a comando, di solito arriva un momento in cui queste tecniche di addestramento di base non sono sufficienti. Spesso un Carlino, o qualsiasi cane, svilupperà un comportamento che non vuoi davvero continuare. È importante ricordare che i principi guida di una formazione efficace sono ancora validi, ma l’approccio dovrà essere leggermente diverso. Dovrai ancora essere paziente e coerente, ma ora avrai il compito aggiuntivo di fermare il comportamento indesiderato quando inizia e far sì che il tuo cane si concentri su un comportamento alternativo per prendere il posto del comportamento indesiderato. Per farlo con successo è necessario adottare un approccio di base in due fasi.

Correggere i problemi di comportamento nel tuo Carlino può essere una sfida

Ad esempio, molti proprietari di Pug si lamentano che il loro Pug è un costante imbonitore e, chiaramente, questo è un comportamento che dovrà essere controllato. Questo è particolarmente vero se hai vicini che si lamentano o vivono in un ambiente che ha regole contro l’abbaiare dei cani dopo determinate ore. Quindi come si fa a far smettere di abbaiare un cane? Il primo passo è interrompere il comportamento indesiderato. Questo può essere fatto con un rumore che attirerà l’attenzione del tuo Carlino quando inizia ad abbaiare. Qualsiasi rumore distinto funzionerà. Scuotere una lattina di metallo con sassi o chiodi produrrà un suono che distrarrà momentaneamente il tuo Carlino e fermerà l’abbaiare. Dovresti anche dire “no” con un tono che assocerà a comportamenti indesiderati. La modifica della tua voce è uno dei migliori strumenti che hai a tua disposizione per far sapere al tuo Pug che approvi o disapprovi il suo comportamento. Generalmente, la voce positiva è più gentile e acuta rispetto al “no” severo e tagliente. Non dovresti urlare al tuo Pug. Usare le stesse parole in ogni situazione positiva, come “bravo ragazzo” o qualcosa di simile, aiuterà anche il tuo cane ad associare le parole a un buon comportamento. Un tono diverso per il comportamento negativo con parole diverse, come “no” o “stop”, farà sapere al tuo Carlino che non sei soddisfatto delle sue azioni attuali.

Correggere i problemi di comportamento nel tuo Carlino può essere una sfida

Nel caso di un Carlino che abbaia, devi dire “no” e scuotere la lattina per far sì che il tuo Carlino smetta di abbaiare. Quando si ferma, vuoi fare il secondo passo in questo approccio e premiare il silenzio con le tue parole positive e un segno di affetto. Fai sapere al tuo cane che apprezzi il suo silenzio. Questo è il comportamento che vuoi incoraggiare. All’inizio puoi premiarlo con un bocconcino, ma conosciamo molti specialisti del comportamento animale che dicono che non dovresti mai avere cibo come ricompensa. Il buon comportamento dovrebbe essere ricompensato con parole positive e altri segni di affetto. I carlini sono felici quando rendono felici i loro proprietari e puoi ottenere incredibili risultati di allenamento e modifica del comportamento con parole di lode e segni di affetto. Quello che vuoi evitare è un Carlino che farà solo cose per il cibo. Tuttavia, confessiamo che non vediamo molto male in un trattamento occasionale, specialmente alla fine di una sessione di allenamento di successo. Sembrano sempre così felici di ricevere quel piccolo regalo.

Qualsiasi speranza di modificare il comportamento del tuo Carlino andrà persa se non sarai coerente con le tue aspettative. Se non vuoi che il tuo Carlino faccia certe cose, non dovresti mai permettere quel comportamento. Ad esempio, se non vuoi che il tuo cane rovini i tuoi bei vestiti saltando in piedi per salutarti, non dovresti permettere questo comportamento quando indossi vestiti che non ti dispiace sporcare un po’. Il più grande errore di addestramento che i proprietari fanno è che dimenticano che il loro Pug è solo un cane. Non sapranno quando certi comportamenti sono accettabili e in quali condizioni non lo sono. Sii coerente e paziente e conduci regolarmente brevi sessioni di allenamento con il tuo piccolo amico e sei sicuro di avere un Carlino ben educato!

Correggere i problemi di comportamento nel tuo Carlino può essere una sfida

Leave a Reply

Your email address will not be published.