Storia e origine degli Schnauzer nani

Storia e origine degli Schnauzer nani

Il Miniature Schnauzer (pronunciato come Miniature SCHNOW-zer) è un cane compatto e robusto. È naturalmente di piccole dimensioni, ha baffi, barba ispida e sopracciglia arcuate. Questa razza dalle proporzioni squadrate ha anche lunghi baffi che vengono regolarmente tosati per giocare con la sua figura. Ha un pelo duro e muscoloso. I colori del mantello variano dal nero, sale e pepe, al mantello bianco o nero e argento. La sua tonalità sale e pepe o grigia è il risultato del caratteristico raggruppamento scuro e chiaro di ogni capello. La coda di questo cane è tipicamente accorciata e le sue zampe frontali sono ordinatamente dritte. La testa dello schnauzer nano è lunga con un naso nero e occhi scuri a forma di uovo. Le sue orecchie a forma di V si piegano naturalmente in avanti o si accorciano fino a un punto. Di solito pesa da tredici a quindici libbre e si trova da dodici a quattordici pollici. Le dimensioni dello Schnauzer gli consentono di adattarsi sia ai piccoli distretti urbani che ai comuni di campagna.

Personalità

Lo schnauzer nano è un fantastico compagno e animale domestico di famiglia. È un cane affettuoso a cui piace stare con le persone, compresi i bambini. Alcuni possono essere sospettosi e distaccati con gli estranei, ma alla maggioranza piace stare con un gruppo. È docile, intelligente, elastico e un buon cane da guardia. È probabile che abbaia spesso, ma non è così irritante come si immagina.

Origine e storia

L’effettiva origine degli Schnauzer in miniatura non è abbastanza chiara, anche se le speculazioni dichiarano che il Terrier tedesco, il Wolfspitz e il barboncino nero sono le razze canine che potrebbero aver preso parte alla prima evoluzione dello Schnauzer in miniatura. Questa razza è stata allevata allevando lo Schnauzer Standard con diversi cani di piccola taglia, probabilmente con Affenpinschers e Poodles. Questi cani erano in gran parte impiegati per la caccia, la guida, il traino di carri da fattoria, il rifornimento di bestiame, nonché per osservare i bambini e le mandrie. Hanno una personalità in qualche modo distintiva rispetto ad altri terrier.

Nel 1492, Albrecht Durer realizzò un dipinto chiamato “Madonna con molti animali”. In questo capolavoro, uno Schnauzer è stato ritratto come un amico domestico. Si ritiene che tutti gli Schnauzer si siano sviluppati nei regni della Baviera e del Württemberg. Gli Schnauzer nani furono riconosciuti in Germania come “guardiani più gentili” e furono utilizzati principalmente per prendersi cura di bambini e animali da fattoria. Alla fine, questi cani sono stati utilizzati anche per catturare i topi poiché sono bravi in ??esso oltre alla sua piccola statura che era l’ideale per scivolare in aree comode per catturare i topi.

A quei tempi, il Pinscher tedesco e lo Schnauzer erano di razza simile con l’unica distinzione è per la loro pelliccia. I cani a pelo duro erano soprannominati “schnauze” che significa “barba”. Quelli rivestiti lisci erano chiamati “pinscher”. Questi due tipi di cani sono nati nella stessa covata.

Prima dell’anno 1910, lo Schnauzer è riconosciuto solo in Germania. Tuttavia, dopo la prima guerra mondiale, è cresciuto fino a essere ammirato in tutto il mondo. Nel corso della guerra, schnauzer giganti furono sposati come messaggeri e poliziotti. Nel 1925, lo Schnauzer fu trasportato negli Stati Uniti d’America ed era classificato nel Gruppo Terrier. L’anno successivo furono riconosciuti dall’American Kennel Club e divennero famosi nel paese e in altre parti del mondo.

Lo schnauzer è classificato in tre razze e dimensioni separate: lo Schnauzer in miniatura, lo Schnauzer gigante e lo Schnauzer standard. Lo Schnauzer standard è la prima razza archetipo, mentre lo Schnauzer in miniatura è considerato la razza più piccola e più recente. L’elegante Schnauzer in miniatura ora appartiene alla top 10 delle razze di cani più diffuse negli Stati Uniti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.