Addestrare il tuo nuovo Pug

Addestrare il tuo nuovo Pug

Quando si tratta di addestrare un carlino, tutto dipende da te, dal proprietario e dalle tue capacità di allenamento. I carlini sono noti per essere testardi e quindi necessitano di un insegnamento conciso e costante. La quantità di tempo che dedichi e la qualità dei tuoi sforzi influenzeranno direttamente il comportamento del tuo carlino. Un carlino può essere una bestia selvaggia, fuori controllo o un animale domestico calmo e ben educato. Questo articolo evidenzierà le aree principali dell’addestramento del carlino e come affrontare ogni situazione.

Per allevare un carlino ben educato è fondamentale iniziare subito l’allenamento. Sebbene i carlini abbiano la tendenza a essere testardi, sono anche intelligenti. Se un cucciolo di carlino si comporta in modo inaccettabile dall’inizio, quelle cattive abitudini rimarranno con loro e sarà quasi impossibile invertire il loro comportamento in seguito. Lasciare che il tuo carlino se la cavi con un comportamento inaccettabile da cucciolo causerà più difficoltà nell’addestramento da adulto perché il backtracking finirà per confondere il cane. È molto più facile insegnare ai carlini i modi corretti da bambini. I proprietari devono stabilire cosa è giusto e cosa è sbagliato fin dal primo giorno.

Si consiglia di insegnare prima al tuo carlino semplici comandi e poi passare a un addestramento più avanzato. È stato detto che i cani capiscono solo la prima parola di un comando. I comandi lunghi non sono così efficienti e non dovrebbero essere usati. È importante essere brevi e chiari quando alleni il tuo carlino. Ad esempio, invece di dire “scendi da lì”, mantienilo semplice con una sillaba una parola “giù”. Ciò renderà l’apprendimento molto più semplice per il tuo carlino e accelererà il processo di addestramento. Una volta che il tuo carlino ha capito le basi, è sicuro provare regole più innovative.

Assicurati di stabilire un chiaro ruolo di dominio quando inizi l’allenamento del carlino. Un carlino deve sapere che sei sempre al comando. È facile per i carlini determinare chi è l’alfa e chi no in un lasso di tempo molto breve. I carlini che sentono di avere il controllo ascolteranno i tuoi comandi solo quando lo riterranno necessario. Proprio come qualsiasi relazione insegnante-studente, l’insegnante deve essere rispettato per essere efficace. Usa la tua energia e il linguaggio del corpo per rappresentare la tua autorità. Mantieni un approccio rilassato e calmo quando alleni il tuo cucciolo. Un carlino non risponderà bene a qualcuno che agisce in modo nervoso e fuori controllo. È molto importante rimanere pazienti con un buon atteggiamento in ogni momento durante l’allenamento.

Quando alleni un carlino è importante rimanere coerenti con le regole che hai stabilito. Se decidi che è inaccettabile che il tuo cucciolo si sieda sul divano, dovresti sempre tenerlo lontano dal divano. Non permettere al tuo carlino di farla franca occasionalmente infrangendo le regole. Se cambi continuamente le regole, confonderai il tuo carlino e potrebbe indurlo a ignorare i tuoi comandi tutti insieme. Le azioni accettabili dovrebbero sempre essere rafforzate positivamente e le azioni inaccettabili dovrebbero sempre essere scoraggiate.

Il rinforzo positivo dovrebbe essere dato vocalmente a causa del fatto che i carlini sono sensibili alla voce del loro proprietario. I rinforzi alimentari dovrebbero essere pochi e distanti tra loro perché tendono a diventare facilmente sovrappeso. Anche le sessioni di allenamento dovrebbero essere brevi e divertenti. Se stai cercando di addestrare il tuo carlino per troppo tempo, facilmente si disinteresserà e perderà la concentrazione. Un carlino non imparerà un buon comportamento dall’oggi al domani, quindi è una buona idea fare un paio di brevi sessioni di allenamento al giorno.

Assicurati di esercitare il tuo carlino durante tutto il tuo insegnamento. Allenare un carlino allenato sarà più facile che addestrare un carlino pigro. Lascia che brucino un po ‘di energia prima che debbano concentrarsi e ascoltare. Anche noi umani troviamo che concentrarci è molto più facile con una mente chiara. Tuttavia, l’esercizio dovrebbe interrompersi dopo l’allenamento. Allenare il tuo carlino è utile per l’allenamento e per mantenerlo in salute.

Alcuni cani vengono allevati per cacciare mentre i carlini sono pensati per servire come fidati compagni. I carlini sono stati originariamente allevati come cani da corsa e hanno bisogno di provare costantemente un senso di affetto. Costruirai un rapporto migliore con il tuo carlino se sa di essere amato in modo coerente. Se un carlino percepisce la paura, sarà più difficile per lui imparare e concentrarsi. Cerca di creare un legame speciale con il tuo cucciolo per creare un ambiente di fiducia.

I carlini hanno la cattiva abitudine di masticare tutto ciò che vedono e inizieranno nel momento in cui mettono le zampe su qualcosa. Non permettere al tuo cucciolo di carlino di morderti giocosamente le dita poiché questa è la fase iniziale delle sue tendenze masticatorie. Anche se non significano danni, lasciare che il tuo carlino ti morda le dita darà un cattivo esempio all’inizio. Disciplina verbalmente il carlino quando viene colto nell’atto di distruggere qualcosa e sostituisci l’oggetto masticato con un osso o un giocattolo. Lodali per aver masticato oggetti appropriati fino a quando non capiscono cosa è permesso e cosa no. Ai carlini piace pensare che tutto ciò che li circonda sia un giocattolo.

Il proprietario di un carlino non dovrebbe mai punire fisicamente il proprio cane in alcun modo. Punire fisicamente il tuo carlino instillerà in lui paura e sarà controproducente al processo di formazione. Un carlino deve sapere che può fidarsi del proprio proprietario per seguire i suoi comandi. Se un carlino non si fida del proprio padrone, l’addestramento diventerà praticamente impossibile.

L’ultimo aspetto importante della formazione è la socializzazione. Come proprietario di un carlino, scoprirai che il tuo cucciolo ti segue costantemente. I carlini sono noti per essere piccole ombre e diventano molto protettivi nei confronti dei loro proprietari. Non vuoi che il tuo carlino diventi così protettivo da sentirsi minacciato da qualsiasi altro cane nelle tue vicinanze. I carlini dovrebbero sapere com’è stare con altri cani a partire il prima possibile. Tuttavia, assicurati di aver somministrato al tuo cane i colpi necessari prima che venga esposto ad altri cani. Quando il tuo cucciolo acquisisce familiarità con altri animali in giro, sarà più facile allevare un cane obbediente controllato. I cani che sono al riparo per troppo tempo non capiranno come interagire correttamente con altri cani.

Leave a Reply

Your email address will not be published.